Lazio's team players celebrate as they hold the Tim Cup trophy during the trophy ceremony after winning the Coppa Italia (Italian Cup) final match between Lazio and Atalanta, on May 15, 2019 at the Olympic Stadium in Rome. (Photo by Vincenzo PINTO / AFP)

Le semifinali di Coppa Italia. Ibra sfida CR7

La Coppa Italia entra nella fase più calda e giunge alle Semifinali, tramite le quali, con partite d’andata e ritorno, si decideranno le due finaliste dell’edizione 2019/20.

Lo Stadio San Siro ospiterà due partite in due giorni, infatti Inter- Napoli si giocherà mercoledì 12 alle 20:45, mentre giovedì 13 alla stessa ora scenderanno in campo Milan e Juventus. Ambedue i match saranno trasmessi su RaiUno.

L’Inter di Conte che, dopo la spettacolare vittoria in rimonta nel Derby di Milano, sa di avere grosse chance per superare anche il turno di Coppa, sfiderà il Napoli di Gattuso, reduce da una scottante sconfitta interna contro il Lecce. Nell’altra semifinale di Coppa, il Milan, sempre più Ibrahimovic dipendente, proverà a battere la Juventus, che durante l’ultima giornata di Serie A ha perso sul campo del Verona e si è vista raggiungere dai nerazzurri al primo posto in classifica.

L’attesa per assistere ai match di Coppa Italia cresce sempre più con la consapevolezza che le 4 semifinaliste scenderanno in campo per un unico risultato e regaleranno ai propri tifosi fantastiche giocate.

Il cammino verso le semifinali di Coppa

Come si sa, il regolamento della Coppa Italia prevede che le big di Serie A scendano in campo direttamente dagli Ottavi di finale in poi. Analizziamo in breve il cammino affrontato dalle 4 squadre fino a questo momento.

I nerazzurri hanno iniziato il loro cammino con un perentorio 4 a 1 casalingo sul Cagliari, deciso dalla doppietta di Lukaku e dai gol di Borja Valero e Ranocchia. Ai quarti hanno affrontato in casa la Fiorentina, battuta per 2 a 1 con reti di Candreva e Barella, esprimendo anche in questa partita un gioco convincente e creando molte palle-gol.

il danese Eriksen nel match di Coppa
Il nuovo acquisto centrocampista danese Eriksen (Photo by Miguel MEDINA / AFP)

I partenopei hanno giocato gli ottavi di finale al San Paolo contro il Perugia di Serse Cosmi, e hanno battuto gli umbri per 2 a 0 con due rigori segnati da Insigne. Ai quarti hanno affrontato la Lazio, campione in carica, e dopo un primo tempo spettacolare caratterizzato dal gol di Insigne, da un rigore fallito da Immobile, e da due espulsioni (una per parte), sono riusciti a resistere con il risultato di 1 a 0 fino al fischio finale, aggiudicandosi l’accesso alle semifinali.

I rossoneri hanno superato agevolmente la Spal agli ottavi con un facile 3 a 0, siglato da Piatek, poi ceduto all’Hertha Berlino, Castillejo e Theo Hernandez. Ai quarti invece hanno affrontato un Torino spigoloso, che era addirittura in vantaggio per 2 a 1 prima del pareggio in extremis di Calhanoglu avvenuto nel recupero, che ha portato il match ai supplementari, in cui il Milan si è imposto grazie ad un’altra rete del turco e alla prima realizzazione di Ibra dopo il suo ritorno in rossonero.

Infine, i bianconeri hanno battuto agevolmente l’Udinese per 4 reti a 0 nella partita casalinga giocata allo Stadium con una doppietta di Dybala, con gol di Higuain che ha finalizzato una grande azione in tandem con la “Joya”, e grazie al rigore segnato da Douglas Costa. Ai quarti la Juventus ha affrontato la Roma vincendo per 3 a 1 dopo aver concluso il primo tempo sopra di tre gol. Di CR7, Bentancur e Bonucci, le reti segnate allo Stadium.

Il momento di forma delle squadre

Inter – Napoli

Dopo aver affrontato una sessione di calciomercato da protagonisti con gli arrivi di Eriksen, Moses, e Young ed un inizio 2020 caratterizzato da alti e bassi, l’Inter ha dato risposte convincenti aggiudicandosi il Derby di Milano per 4 reti a 2, rimontando i due gol di svantaggio con i quali aveva concluso il primo tempo. Mr. Conte si è fatto sicuramente sentire negli spogliatoi, visto il risultato della propria squadra nella ripresa in cui, oltre ai gol di Brozovic, Vecino, De Vrji e Lukaku, ha attuato un gioco spettacolare creando tantissime occasioni da gol. Da segnalare anche la fantastica punizione del neo-acquisto Eriksen che dalla lunga distanza ha colto l’incrocio dei pali e che in generale si sta inserendo benissimo nel sistema di gioco del mister.

Nelle semifinali di Coppa si prevede il ritorno di Lautaro, dopo la squalifica subita in campionato, mentre i nuovi acquisti Eriksen e Moses dovrebbero partire dall’inizio. Lukaku potrebbe riposare in vista dell’importantissimo impegno di domenica all’Olimpico contro la Lazio. In porta verrà utilizzato ancora Padelli che non ha convinto nel Derby ma che rimane attualmente l’unica scelta valida in sostituzione di Handanovic ancora infortunato.

L’allenatore del Napoli Gattuso (Photo by Alberto PIZZOLI / AFP)

Il Napoli, dopo le vittorie in campionato contro Juventus e Sampdoria ha subito nuovamente una brusca battuta d’arresto in casa contro il Lecce di Liverani che ha battuto i partenopei per 3 a 2. Vittoria meritatissima quella dei salentini giunta grazie al gioco imposto in casa di un Napoli a corto di strategie che è ripiombato nelle grandissime fragilità presenti nella stagione in corso.

Gattuso proverà ad affidarsi ai rientranti Mertens e Allan, mentre dovrebbe essere confermato l’utilizzo del difensore Koulibaly, nonostante la pessima prestazione di domenica scorsa. Il difensore ha bisogno di minuti sulle gambe per tornare ad alti livelli e il match di Coppa è sicuramente una buona occasione per tutto ciò. Sulle fasce d’attacco probabili le presenze di Lozano e Callejon.

Milan – Juventus

I rossoneri ricoprono attualmente l’ottavo posto nella classifica di Serie A, scavalcati di recente dal Bologna e dal Verona, e reduci dalla stracittadina “shock” con l’Inter, dove hanno espresso un gioco super nel primo tempo ma che nel secondo tempo hanno subito il ritorno dei nerazzurri e hanno esposto tutte le proprie lacune sia fisiche che mentali.

il ritorno di Ibra nella Coppa
(Photo by Miguel MEDINA / AFP)

L’arrivo di Ibrahimovic ha sicuramente portato positività all’ambiente sia fuori che dentro al campo, oltre che giocate degne di un gran campione, assist e gol. Nonostante ciò, però, sembra che Pioli stia modificando il proprio gioco assecondando le sue caratteristiche e questo rende la squadra “Ibra dipendente”, rischiando di non avere una propria identità in caso di assenza del campione svedese.

In Coppa dovrebbe essere confermata la sua presenza, con Leao o Rebic al suo fianco. Il croato si trova benissimo in coppia con Zlatan e ha segnato ben 4 gol nelle ultime quattro partite di A. In difesa dovrebbe rivedersi Musacchio, mentre a centrocampo Pioli potrebbe pensare di fare giocare Paquetá che non ha trovato spazio ultimamente nella formazione titolare e il giovane belga Saelemaekers, arrivato a gennaio in prestito dall’Anderlecht.

La Juventus si è scoperta vulnerabile dopo le ultime 2 gare disputate in campionato lontano dallo Stadium. Le sconfitte con identico risultato (2-1) contro il Napoli in crisi e soprattutto contro la neopromossa Verona hanno scatenato qualche critica in casa bianconera. Altra situazione non facile da gestire per Sarri è sicuramente la convivenza di Higuain, Dybala, Ronaldo e Douglas Costa che insieme si trovano a meraviglia ma che spesso polemizzano quando non giocano o vengono sostituiti anzitempo.

Non si fanno comunque drammi in casa bianconera, nonostante quest’anno le partite vengano spesso vinte in maniera sofferta e il gioco “sarriano” si è visto solo a sprazzi, con un centrocampo che spesso fa fatica a recuperare equilibrio e che, anche a livello di impostazione di gioco, si ritrova spesso legata allo stato di forma di Pjanic.

Il ritorno al gol di Douglas Costa nel match con l’Udinese (Photo by Isabella BONOTTO / AFP)

Zlatan vs. CR7

Nelle semifinali di Coppa Italia, i milioni di tifosi e appassionati assisteranno all’affascinante sfida tra Cristiano Ronaldo e Zlatan Ibrahimovic, due campioni non più giovanissimi ma che con le loro giocate e a suon di gol continuano ad infiammare i cuori dei propri fan e a realizzare record e vittorie in carriera.

Tutti davanti alla TV, quindi, per non perdere alcun minuto dei big match che porteranno alla finale della 73-esima edizione della Coppa Italia. Finale che si giocherà il 13 maggio allo Stadio Olimpico di Roma.