old trafford

L’Atalanta si presenta all’Old Trafford per sfidare lo United

La terza giornata di Champions League presenta tante sfide interessanti tra le quali quella dell’Old Trafford tra il Manchester United e l’Atalanta. Cristiano Ronaldo proverà a trascinare i “Red Devils” alla vittoria dopo le ultime prove incolore della squadra di Solskjaer.

Stasera scenderà in campo anche la Juventus che farà visita allo Zenit San Pietroburgo, in una partita che in caso di vittoria dei bianconeri darebbe loro un gran vantaggio in classifica.

L’Old Trafford ospita un match affascinante

L’Atalanta scende in campo nel magnifico Old Trafford di Manchester per affrontare lo United in una sfida che sembra piuttosto complicata ma che ci regalerà sicuramente gol e spettacolo.

Dopo la falsa partenza in Champions League culminata con la sconfitta esterna sul campo dello Young Boys, lo United é riuscita a strappare il primo successo nel match casalingo contro il Villarreal segnando il gol del definitivo 2 a 1 solo nei minuti di recupero grazie al solito Cristiano Ronaldo. Anche in Premier League la squadra di Solskjaer non sta entusiasmando e la vittoria manca da circa un mese.

I ragazzi di Gasperini sono già alla loro terza stagione in Champions e hanno acquisito una esperienza tale da potersela giocare contro le big d’Europa. Tuttavia, incontrare campioni del calibro di Ronaldo, Bruno Fernandes, Pogba e tanti altri in uno stadio come l’Old Trafford metterebbe i brividi anche a squadre più titolate.

Manchester United – Atalanta (20.10 – Ore 21:00): Sky Sport Uno

Le probabili formazioni

Il tecnico dell’Atalanta dovrà fare i conti anche con le tante assenze, tra le quali quelle di Gosens, Hateboer e Pessina a centrocampo, e quelle di Djimsiti e Toloi.

Buone notizie arrivano invece sul fronte offensivo dove Ilicic ha ritrovato il gol in campionato con una magica doppietta e Muriel sembra del tutto recuperato dall’infortunio di inizio stagione. Tuttavia, Gasperini dovrebbe preferire la coppia d’attacco formata da Malinovskyi e Zapata con Pasalic alle loro spalle.

Lo United giocherà con il consueto 4-2-3-1 con CR7 punta centrale supportato dalla trequarti formata da Bruno Fernandes, Pogba e Greenwood, preferito almeno inizialmente a Rashford. Solskjaer schiererà un centrocampo in grado di dare più equilibrio con Fred e McTominay che prenderanno il posto di Sancho e Matic.

La Juventus in Russia per allungare in classifica

Una Juventus in netta ripresa quella che tenterà di trovare continuità di vittorie nell’imponente Gazprom Arena di San Pietroburgo contro i padroni di casa dello Zenit. Il match verrà trasmesso in diretta TV in esclusiva su Amazon Prime con calcio d’inizio alle ore 21:00.

Una sfida sulla carta non semplicissima per i ragazzi di Allegri che, nonostante abbiano ottenuto sempre risultati utili in Russia, dovranno capitalizzare al massimo i propri attacchi contro una squadra che mostra ottime doti difensive. Lo Zenit ha subito finora un solo gol in Champions nella sconfitta esterna contro il Chelsea, mentre nella seconda partita del Girone H si é sbarazzato del Malmo con un netto 4 a 0.

I bianconeri arrivano a questa gara dopo 5 vittorie consecutive tra campionato e Champions e la loro ultima sconfitta risale ad inizio settembre quando il Napoli si impose per 2 reti a 1, grazie ad una bella rimonta firmata da Politano e da Koulibaly.

Gli unici precedenti tra le due squadre risalgono al 2008 quando la Juventus riuscì a battere i russi nella sfida casalinga grazie ad una magica punizione di Del Piero, mentre in trasferta non andarono oltre lo 0 a 0.

Zenit – Juventus (20.10 – Ore 21:00): Amazon Prime

Le probabili formazioni

Allegri avrà a disposizione Alvaro Morata che dovrebbe essere in campo dal primo minuto con Chiesa e Bernardeschi che agiranno come esterni d’attacco. Nulla da fare invece per Paulo Dybala, ancora ai box, la quale presenza é in dubbio anche per la super sfida di Serie A contro l’Inter.

A centrocampo dovrebbe rivedersi Arthur che ha giocato uno spezzone di partita contro la Roma e che verrà affiancato dal titolarissimo Locatelli e da McKennie che sembra favorito nel ballottaggio con Bentancur. In difesa si rivede De Ligt che nonostante i recenti problemi muscolari sembra recuperato e potrebbe giocare al fianco di Bonucci.

Lo Zenit si presenta con il classico 4-3-3 con il tridente offensivo formato da Malcolm, Azmoun e Claudinho, mentre il centravanti Dzyuba, che con la squadra di San Pietroburgo ha segnato ben 74 gol in carriera, dovrebbe accomodarsi almeno inizialmente in panchina.

Il calendario della terza giornata di Champions League


© TVsportiva – Calcio In TV